Enduro dell'Amaretto

Sabato 27 Luglio 2019
SASSELLO

 

 

Il 27 Luglio 2019 si svolgerà l’Enduro dell’Amaretto Sassello in Liguria, in provincia di Savona.

 

Per scoprire tutti i segreti di questa magica manifestazione ho intervistato Sara Argiolas, una delle anime al centro dell’evento! Mi ha svelato il programma e una serie di chicche che lo rendono davvero unico in quest’area!

 

PROGRAMMA
07:30-08:30 Segreteria di gara, iscrizioni e ritiro pacco gara
09:30 Partenza
13:30 Arrivo
14:00 Pasta party
15:00 Premiazione e festa

 

Sembra chiaro fin dalle prime battute che si tratterà di una mega festa, sostenibile sia dal punto di vista sociale, sia ecocompatibile.

 

Ciao Sara, descrivici questo magnifico meeting!
 “L’evento che mancava”. La gara si svolgerà su 3 prove speciali (Sia nel Parco della Deiva, sia in altri angoli del paese), con relativi trasferimenti. Potranno partecipare sia i concorrenti con MTB muscolari sia elettriche. Al termine si terrà il pasta party presso Beigua Docks – Sassello con pasta fresca ottenuta dalla macinazione della farina del Mulino presente in loco, attivo dal 1830, ed altri prodotti a km Zero. Particolare attenzione verrà data alle eccellenze del territorio. Infine premiazioni e festa.

 

Perché non posso mancare?
E’ l’evento che raccoglie tutti i riders amatori della zona, da Finale a Genova. Sassello e i suoi sentieri, sono una garanzia per chi ha già sperimentato il flow delle sue discese, e una piacevole scoperta per chi invece pedala da noi per la prima volta. Vogliamo offrire un clima di festa ed accoglienza, affinché tutti possano godere delle perle del territorio, enogastronomiche e sportive.

 

A chi è rivolto l’Enduro dell’Amaretto? 
Rider amatori, anche minorenni (previa manleva e autorizzazione dei genitori), tesserati e non (è offerta la possibilità del tesseramento CSEN giornaliero). MTB muscolari ed elettroassistite, uomini e donne.

 

Che finalità ha e che mi puoi dire della relativa sostenibilità?
Oltre a dare valore al territorio, alle imprese che ci sostengono e a tutta Sassello, vogliamo che il Parco della Foresta della Deiva sia sempre più frequentato dagli amatori dell’outdoor. Inoltre ci impegniamo affinché il nostro evento abbia un bassissimo impatto ambientale: useremo stoviglie compostabili plastic free.

 

Chi organizza l’evento?
L’idea nasce da Andrea Tissoni, fondatore di #RideSassello che da anni partecipa alla pulizia e apertura di nuovi trails, con il Patrocinio del Comune di Sassello ed il Motoclub Sassello. Un ringraziamento speciale va alla nostra squadra di trail builder che con tenacia e impegno, hanno dimostrato serietà e competenza anche nelle mattine invernali.

 

Come ci sei arrivata?
Ho iniziato a pulire i sentieri di Sassello per amore della Natura e degli sport outdoor. Ho iniziato a occuparmi di trail building dalle mie stagioni lavorative in rifugio. Qui a Sassello ho incontrato una squadra straordinaria, una famiglia sempre pronta a darsi da fare, con il sorriso anche sotto la neve. Da qui la voglia di mettermi in gioco e fare qualcosa di bello e concreto per il paese, insieme ad Andrea abbiamo iniziato a delineare quali sarebbero potute essere le dinamiche di gara. Non senza fatica e con il prezioso aiuto di Beigua Docks, e dell’efficentissimo staff, siamo riusciti ad arrivare fin qui, emozionati ed orgogliosi.

 

Perché si chiama così? 
La gara “Enduro dell’Amaretto” prende il nome dal prodotto tipico del luogo: l’Amaretto morbido. Motivo per cui le tre principali aziende del paese (che esportano in tutto il mondo) saranno i main supporter dell’evento, arricchendo i pacchi gara con il loro prodotti e supportandoci al meglio.

 

Raccontaci ancora qualche dettaglio!
Beigua Docks – Mulino di Sassello ci supporta offrendo il pastaparty, la base della nostra segreteria di gara, la possibilità di effettuare le preiscrizioni a partire dal giorno 19/06 e le docce per i partecipanti. In ultimo, un intrattenimento musicale per rilassarci tutti insieme con un’ottima birra artigianale, prodotta a Sassello (Alta Via).

 

Non posso che chiudere ringraziando Sara per il prezioso e diretto contributo …ho voglia di tornare in sella alla bici e preparare le gambe prima, le ganasce poi! Gran Festa!

 

Christian Roccati
SITOFollow me on FACEBOOKInstagram